top of page
  • Greta

IL TEMPO DELL' AQUARIO




L'Aquario è quello che a chi dice "Finora si è sempre fatto così!" risponde "E allora?"

Ieri il Sole ha iniziato la sua corsa nel segno dell’Acquario…segno di cui negli ultimi mesi si è tanto parlato per l’ingresso nel suo regno di due giganti Saturno e Giove.

Terzo ed ultimo segno della triade di aria (e non di acqua come molti pensano), si caratterizza per essere un’aria sferzante, gelida, eterea di quei giorni di vento rigoroso.

In questo periodo il Sole è pallido (a livello astrologico in questo segno si trova in posizione di esilio) e il seme è in attesa sotto la terra, pronto a nuova vita.

In questa stasi si cela la natura acquariana, il pensiero si fa attivo ed ingegnoso, nascono invenzioni (Urano)per uscire da queste solite dinamiche. Si volge il pensiero all’altro e la progettualità non è più individuale.

Il segno rappresenta il collettivo, la connessione e la condivisione.

È governato da due pianeti: Saturno più rigoroso, serio e Urano promotore di originalità e rottura.

Il mantra del segno dell’Acquario è “Io sono l’Universo” perché oramai siamo quasi giunti al termine della ruota dello zodiaco e i cicli della vita umana sono conclusi, l’Io abbandona la scatola stretta del personale per proiettarsi al mondo e divenire appunto universale.

La casa astrologica corrispondente è l’11 che ci parla dei progetti, dell’amicizia, del sociale, della politica (quanto ne stiamo sentendo parlare negli ultimi giorni?!), della tecnologia e della condivisione….ah e anche dell’astrologia… io per esempio nel tema natale ho 3 pianeti in questa casa più un ulteriore pianeta in Acquario, quindi su 10 pianeti ne ho 4 con valori acquariani, si può pertanto dire che i valori del segno siano molto presenti in me.



"...a te Acquario, do il compito di cooperare con tutte le creature della Terra, per costruire insieme la Nuova Era. Dovrai imparare a sentirti fratello di tutti i regni della natura e versare nel cuore dell'uomo l'acqua della vera Vita. Il tuo compito richiede amore e disponibilità, perciò, affinché tu lo possa assolvere, ti offro i talenti dell'amicizia, della tolleranza e del servizio. Coltivali e sii consapevole dell'importanza del compito che ti ho dato, ma sappi che disimpegno, opportunismo e insensibilità saranno ostacoli non facili da superare."


Come scritto all’inizio il segno dell’Acquario è per eccellenza il segno dell’amicizia, della condivisione, del mettersi al servizio; è anche il segno della tecnologia e se ci pensiamo, mai come nell’ultimo periodo stiamo notando come il sapere venga largamente condiviso proprio attraverso il mondo del web.

Il dominio degli istinti e delle passioni terrene, l’estroversione senza il canonico sentimentalismo sono altre caratteristiche dei valori acquariani.

È senza dubbio il segno più eccentrico, originale, perché mosso dall’entusiasmo per tutto ciò che è nuovo e diverso. Sente stretto tutto ciò che rientra in schemi e regole ed è irremovibile quando si tratta di difendere la sua libertà.

Libertà che è più sacra dell’aria da respirare, l’Acquario è Libertà…ne dà ma allo stesso tempo ne pretende, non perchè intesa come diritto da rispettare ma come sua parte costituente naturale e quindi indivisibile.

Libertà che si trasporta anche nel mondo del pensiero, rifiuta i pregiudizi e spesso ama andare controcorrente.

L’Acquario sa nel suo intimo che le sue scelte sono giuste anche se contrariato dai suoi affetti e resiste grazie ad un’inflessibile testardaggine. Arma a doppio taglio se utilizzata per difendere un’idea eccessivamente presuntuosa o irrealizzabile.

Se cede al volere altrui accetta di indossare una maschera e nel farlo paga un terribile prezzo: vivere una vita che non è la sua.


E allora chiediamoci se vale davvero la pena sacrificarsi per dei pensieri, per dei voleri che non sono i nostri.

Quante vite abbiamo a disposizione per vivere davvero?

Io non lo so..

Riflettiamoci perché siamo spesso convinti di avere infinite possibilità, infinito tempo e certo l’Universo è colmo di risorse ma se la Terra è una palestra tocca a noi giocare nel modo migliore.

Troviamo il coraggio di pensare in modo diverso, di spingerci oltre i nostri stessi limiti, di provare ad immaginarci connessi tutti allo stesso modo nel magico gioco della vita.

Spogliamoci dai pregiudizi che non fanno altro che chiederci di restare rinchiusi in un ideale che forse nemmeno condividiamo ma con il quale siamo cresciuti.

Prendiamo coraggio e pensiamo in grande, ma pensiamo Noi.

Cerchiamo di esser pronti al nuovo.

Lasciamoci andare all’imprevedibileanche quando abbiamo paura.

Soprattutto se abbiamo paura perché è maggiormente evidente il bisogno di controllo che ci aggrappa alla vita.

E il controllo di tutto non è Libertà.

E la Libertà, quella vera è solo un atto di coraggio.

E il mondo ha bisogno di gente coraggiosa.

Impariamo la necessaria Libertà acquariana… e difendiamola. Difendiamola sempre.

- scritto da Greta, indomabile sognatrice e beauty addicted e estetista che ama anche prendersi cura della bellezza rarefatta di ognuno di noi.


44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page